Abbraccio del Mediterraneo
  • via Dandolo n.79 - Roma - Sede operativa - Via del Circo Massimo, 9 - Tel.06.5755510/06.57300337

Chi siamo

Il nostro Paese, nel contesto della UE, è geograficamente e paesaggisticamente bellissimo circondato da circa 8000 km di coste. Anche se ha un panorama unico al mondo, deve registrare in questo momento storico una fragilità dovuta ad un incontro-scontro Oriente-Occidente.
Le difficoltà dello “scontro” provocano un’immigrazione,dalle radici che tutti conosciamo. 

L’Abbraccio del Mediterraneo pensa ai suoi connazionali che vivono sulle coste italiane (Confini Europei) e che sopportano l’impatto di  masse che arrivano dal mare.

Loro li accolgono senza distinzione d’età, razza, sesso, religione, nazionalità, lingua o condizione sociale.

LA nostra Associazione si basa su una sola parola: RECIPROCITA’.

Noi comprendiamo perché l’incontro Oriente-Occidente è difficile, ne conosciamo la storia, lo è sempre stato, nello svolgersi di molti secoli e conosciamo tutta la drammaticità che ha intersecato tutte le volte che si è tentato un’Incontro.
Parliamo di secoli, ma sono anche gli stessi secoli in cui l’uomo avrebbe dovuto avere un'evoluzione culturale. Chiediamo e chiediamoci se ciò sia avvenuto, perché se è avvenuto, il nostro comportamento non dovrebbe ripetersi allo stesso identico modo, ma con azioni differenti.
Anche se questo non dovesse avvenire, noi persone evolute, emancipate, acculturate, praticanti di ingegneria civile e finanziaria,dobbiamo dichiarare un fallimento Polis di cui non riusciamo a farne parte.

Cliccare per scaricare lo Statuto in formato PDF

In conclusione quel lungo pensiero e quella riflessione fanno dedurre che quell’evoluzione dell’uomo, la sua magnanimità, la conoscenza verso il suo simile, quella Reciprocità, di cui l’UMANITA’porta come sua linfa vitale, la vediamo come la più alta espressione in quel pugno di uomini che abitano, vivono e che soprattutto danno un esempio ai loro figli, a Lampedusa e a questi suoi nobili abitanti.

Per quanto riguarda noi, la nostra Associazione non chiede, ma vuole comunicare a tutti quelli che sono stati colpiti da una cecità sociale.

Vision

L’Associazione “L’Abbraccio del Mediterraneo” accetta la sfida di un villaggio globale sempre più difficile da capire e ancor più da realizzare.

1)  Vuole creare più pastori che lupi;

2) emancipare i ragazzi;

3) fare guerra alla guerra;

4) alfabetizzare i popoli;

5) accogliere e condividere.

È la sola via se vogliamo più pastori!

Se attendiamo che i lupi lascino, attendiamo invano!

Perché, non ci faranno morire con un'esplosione... ma con un lamento!

Mission

La nostra Associazione non chiede, ma vuole comunicare a tutti quelli che sono stati colpiti da una cecità sociale.

Ci stiamo organizzando, già abbiamo sottoscritto protocolli d’intesa con altre associazioni, al fine di contribuire, in modo concreto, all’aiuto e al sostentamento di chi “accoglie e condivide“ la nostra idea.

Il nostro primo obbiettivo è assistere i nostri Connazionali di Lampedusa, i quali, giorno dopo giorno  donano gesti di estrema umanità e condivisione verso i nostri simili, quegli esseri umani spesso considerati i “Dannati della Terra”.